In rete falsi calendari, l’Assl fa chiarezza – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. C’è un calendario delle vaccinazioni che sta girando di telefonino in telefonino negli ultimi giorni: contiene tutte le indicazioni sul giorno in cui verrà somministrata la dose a seconda dell’anno di nascita e riguarda la popolazione sotto gli ottant’anni e quella sotto i settanta. Ma è falso, assolutamente inattendibile, anzi è fuorviante per l’organizzazione della campagna antiCovid al punto che la stessa Assl, attraverso la commissaria straordinaria Gesuina Cherchi, è intervenuta per smentirlo, e diffidare gli autori dal farlo circolare ancora. Anche perché il documento passato di mano in mano non ha l’intestazione della Assl ma è un comunissimo testo word.

«Il Commissario Straordinario Assl Nuoro invita i cittadini nuoresi a diffidare da qualsiasi comunicazione non ufficiale, o comunque non proveniente dal Commissario Assl o da suo delegato. D’ora in avanti – scrive l’ufficio stampa della Assl –, al fine di evitare equivoci o, peggio ancora, assalti all’Hub di Nuoro o agli altri punti vaccinali territoriali, che potrebbero essere causa di pericolosi assembramenti, sarà cura del Commissario Assl emanare, ogni venerdì, un bollettino settimanale sull’andamento della campagna vaccinale, e soprattutto tutti i dettagli della programmazione successiva, suscettibile, di volta in volta, con lo scalare progressivo delle categorie nell’ordine di priorità, di interventi e eventuali aggiustamenti. Ogni altra comunicazione non proveniente dal Commissario Assl Nuoro – conclude la nota dell’ufficio stampa – da suo delegato non può essere, per ovvie ragioni, considerata attendibile».

Fake news, insomma. Le stesse che nelle ultime settimane hanno alimentato, almeno in parte, la ressa all’Hub allestito a Nuoro nella palestra dell’Istituto Ciusa, anche se i disagi lamentati dagli utenti over 80 nei primi giorni della scorsa settimana sono dovuti principalmente, fanno sapere all’Assl, al maltempo che ha reso più complicata l’attesa all’esterno della struttura, causando gli assembramenti denunciati. La situazione sarebbe tornata alla normalità nel corso della settimana.

Sono circa 3500 i vaccini effettuati agli over 80, e quasi 14mila in totale dall’inizio della campagna che adesso proseguirà nel territorio, anche se in città restano numerosi anziani che devono ricevere il vaccino. Poche anche le rinunce, dicono alla Assl, se si escludono le perplessità di molti anziani quando è scoppiato il caso AstraZeneca (che pure non li riguarda, essendo destinato a persone con un’età massima di 65 anni). (p.me.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA. – Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *