Il regalo del vescovo Mura va ai tifosi e alla Nuorese – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. «Quest’anno non ci eravamo ancora incontrati, il Natale è l’occasione giusta per farlo». Il sorriso del vescovo di Nuoro è contagioso. Porta sempre con sé allegria e speranza. Persino la speranza di passare in tranquillità qualche attimo di svago davanti a una partita di pallone. È con questo spirito che monsignor Antonello Mura ha fatto tappa allo stadio Frogheri per incontrare la Nuorese calcio. Insomma: Sua eccellenza il vescovo va in visita ufficiala alla squadra cittadina che milita in… Eccellenza. Da un’eccellenza all’altra.

Una visita particolarmente gradita per i verdeazzurri del presidente Maurizio Soddu. Particolarmente gradita anche per quei tifosi che non possono permettersi il “lusso” di pagare il biglietto di ingresso per vedere una gara di campionato. È a loro che ha pensato monsignor Mura, donando alla società di via Aosta un contributo con una destinazione ben precisa: aiutare i poveri che hanno desiderio di andare allo stadio Frogheri per assistere agli incontri che la Nuorese gioca in casa, ma che non possono pagare l’abbonamento. L’aiuto del vescovo Antonello ha così una doppia valenza: da una parte va a sostenere le casse della società; dall’altra chi ha la passione per il calcio e non ha risorse. Quale migliore occasione delle feste natalizie, dunque, per un gesto del genere? Da un lato la Chiesa esce dal Tempio e va allo stadio; dall’altro lo stadio avvicina lo sport alla Chiesa. Monsignor Mura del resto non è nuovo a iniziative come questa: già con il Lanusei calcio aveva fatto lo stesso in Ogliastra. Fin dal suo arrivo a Nuoro, si è subito mostrato vicino anche alla Nuorese andando sul campo per impartire la benedizione alla squadra. La stessa che ora, guidata dalla dirigenza tutta, ringrazia per il graditissimo dono e per lo scambio degli auguri natalizi. Un momento particolarmente piacevole e sentito, sul manto erboso del Frogheri. Il gesto è stato gradito anche da chi professa altra religione. Al capitano Fabio Cocco, poi, il vescovo Mura ha donato una bottiglia di spumante con l’augurio di stapparla e consumarla la prossima partita per festeggiare la vittoria. I verdeazzurri, infatti, subito dopo Natale dovranno affrontare una trasferta alquanto impegnativa: il 30 dicembre la Nuorese sarà schierata a Cagliari contro la capolista Ferrini.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.