Il pontile di Cala Luna operativo per la stagione – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

DORGALI. Entro tempi brevissimi, il pontile di Cala Luna – fuori uso da tempo perché danneggiato dalle mareggiate, potrà essere sistemato e reso fruibile da tutti. Per effettuare i lavori di ripristino manca il nulla osta del Demanio Regionale che dovrebbe arrivare al più presto in maniera tale che tutti possano usufruire dell’attracco per imbarcazioni garantendo un inizio di stagione senza intoppi. È quanto emerso da un incontro tenutosi a Cagliari mercoledì. «Il pontile di Cala Luna deve essere rimesso in sicurezza al più presto, per permettere agli operatori dei trasporti marittimi e del turismo di riprendere a lavorare per la nuova stagione turistica alle porte», dicono i consiglieri regionali del Psd’Az Elena Fancello e Franco Mula che su richiesta degli operatori del porto di Cala Gonone hanno invitato l’assessore degli Enti locali e Urbanistica Quirico Sanna a un confronto sul tema.

L’incontro si è svolto nella sede del consiglio regionale, alla presenza dei rappresentanti degli operatori di Cala Gonone. L’assessore Sanna ha fornito rassicurazioni sul fatto che le competenze in materia di concessioni demaniali e specchi d’acqua sono tornate in capo alla Regione, per cui, attraverso una leale collaborazione con Capitaneria e comuni del territorio sarà possibile risolvere il problema in breve tempo, mettendo gli operatori nelle condizioni di lavorare, anche alla luce di regole omogenee e uguali per tutti.

Nel corso dell’incontro si è parlato anche del futuro del porto di Cala Gonone, che la Regione ritiene strategico per tutta la costa orientale. «I poteri che riguardano le concessioni demaniali e gli specchi d’acqua sono tornati in capo alla Regione. Pertanto ci impegniamo fin d’ora a porre in essere tutto una serie di regole che siano uguali per tutti in un concetto di regole omogenee per il territorio – sottolinea l’assessore Quirico Sanna a margine dell’incontro tenutosi nel palazzo regionale – ragioniamo in termini di territorio e non di singoli comuni, quindi anche nel Golfo di Orosei non dovremo più assistere a situazioni imbarazzanti in cui i novelli feudatari dei comuni decidono chi può accedere e chi no. L’isola è di tutti i sardi e tutti gli imprenditori sardi hanno diritto di operare. La Regione metterà tutti in condizioni di poter operare nel rispetto delle leggi, delle regole delle comunità che vi abitano». Nei prossimi giorni verranno prese decisioni anche su altri pontili lungo la costa, che devono essere messi in regola e garantire la sicurezza.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *