«Il Comune sulla via del risanamento: possiamo investire» – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. «Il nostro Comune era una nave finita nella secca e ora è in un cantiere per le riparazioni». Con questa metafora marinara il sindaco Andrea Soddu nell’ultimo consiglio comunale ha spiegato la condizione dell’ente e l’impegno dell’amministrazione: «Il nostro obiettivo – ha affermato – è stato di salvare la nave, ossia di risanare il Comune, prima di tutto sotto l’aspetto finanziario. Nel momento in cui è in atto il risanamento possiamo comunque già spendere e investire». Il passaggio alla nuova condizione il primo cittadino lo spiega con il progetto del piano delle periferie e del rilancio del Nuorese, che possono contare già sui primi appalti delle opere. Una specificazione Soddu la fa anche per la macchina burocratica: «Entro il 2021 – ha spiegato – saranno 55 le nuove figure impiegatizie inserite negli uffici. L’importanza delle assunzioni credo la si possa capire nel confronto con il momento in cui ci siamo insediati, nel 2015, quando l’ente non aveva il segretario generale e in organico un solo dirigente, chiamato a occuparsi di tante materie».

Il prima e il dopo della condizione amministrativa e burocratica hanno a monte la situazione economica dell’ente. L’ultima assise civica l’ha riaffrontata, nel momento di votare il conto consuntivo 2020, poi approvato con i voti della maggioranza. Diciannove milioni l’attivo della gestione annuale stretta, ma con l’ombra del vecchio disavanzo, di 19 milioni, seppur al centro di un’operazione di ammortamento. Ma comunque sempre lì, incombenti, tanto da accendere la contestazione del consigliere della Lega, Pier Luigi Saiu: «Gli accantonamenti per le pendenze del Comune danno alla fine un saldo passivo e una situazione di disavanzo». L’analisi del sindaco, in chiusura di seduta, ha voluto smentire proprio quest’ultima lettura: «Il fatto che l’ente sia in disavanzo, nonostante la chiusura in attivo della gestione 2020, non è mica una vergogna: è un onore», ha gridato Soddu, sostenuto dalla maggioranza, che in chiusura di seduta si è sciolta in un appaluso di approvazione.

«Si tratta, piuttosto, di un orgoglio – ha proseguito – perché stiamo facendo fronte a situazioni, che, invece, questo sì, sarebbe stato negativo non affrontare». I 19 milioni di disavanzo sono in gran parte quelli risultati nel 2015 dall’accertamento dei residui. Il Comune aveva più poste negative insolute (ossia debiti), piuttosto che attive, i crediti. Tra le esposizioni quelle dei mutui, ancora da onorare con la Cassa depositi e prestiti, derivanti da debiti per gli espropri. La Regione per quest’ultima emergenza è andata incontro (a Nuoro e ad altri comuni), tanto che già i primi trasferimenti hanno consentito nel municipio di via Dante d’intravedere la luce in fondo al tunnel. Operazione per la quale Soddu ha sempre rivendicato la propria azione, e del Consiglio, prendendosi tuttavia qualche rampognata perché avrebbe chiesto più di quanto gli spettasse.

Niente che possa inficiare l’operazione complessiva, è stato il Soddu-pensiero. Tra le operazioni di salvataggio, il sindaco ha messo la stessa approvazione dell’ultimo rendiconto: «Avete messo un tassello per l’opera di ricostruzione – ha detto rivolto all’assemblea – e non l’avete fatto per voi, ma per dare un futuro e una speranza alla città». Pima di ricordare gli atti amministrativi resi possibili da una condizione economica comunque migliorata: «Stiamo costruendo una macchina amministrativa che dia affidabilità alla comunità e cosicché, a prescindere da chi governerà, la città possa essere garantita». Ma a Soddu non sembra bastare il rivendicare un impegno, difficile, ma indispensabile, per fare uscire la nave-Comune dalle secche. Paventa ancora una forza contraria, «gli uccelli del malaugurio, che stanno predicando cose negative. Ma chi va avanti sono gli ottimisti, che credono nel futuro».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *