Il Centro dialisi è chiuso: il disagio dei pazienti – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

DORGALI. Il centro dialisi “Salvatore Nonne” ancora chiuso da oltre un anno, passa quasi inosservato rispetto ai gravissimi problemi della sanità nuorese e non solo. Ma è pur sempre un grossissimo problema per i nefropatici di Dorgali che si sentono dimenticati dalla Assl di Nuoro. Sembrava si fosse aperto uno spiraglio poco prima della stagione estiva, ma alla fine il risultato non è cambiato: il Centro dialisi di viale Kennedy è sempre chiuso per mancanza di personale. La struttura resta sbarrata nonostante fosse stata ampliata e messa in sicurezza.

Poi, però, dalla direzione sanitaria di Nuoro era arrivata la sentenza senza appello: non abbiamo personale per tenere poter tenere aperta la struttura. Il problema persiste, per cui ancora oggi i pazienti dorgalesi che devono fare la dialisi sono costretti a lunghe trasferte fino a Siniscola. Un viaggio di mezz’ora solo per l’andata che potrebbe rappresentare un’eternità per chi, dopo essersi sottoposto alla dialisi, deve rientrare a casa. Eppure, ai nefropatici dorgalesi era stato promesso che nel periodo estivo il Centro avrebbe riaperto i battenti, anche perché tanti turisti che amano trascorrere la villeggiatura a Cala Gonone e Dorgali avevano fatto richiesta di poter usufruire dell’importante servizio.

«Apriremo sicuramente il centro» era stato assicurato dall’Assl di Nuoro, invece, nonostante ci si trivi a ridosso dell’inverno, ancora non si intravede nessuna possibilità. «Forse bisognerà aspettare la prossima estate» commentano ironicamente i pazienti in attesa della riapertura della centro di viale Kennedy. « Non ce la facciamo più – aggiungono – qualcuno ci deve dare una mano. Non ci resta che sperare nella nuova amministrazione comunale. Ogni volta dobbiamo affrontare il viaggio, che seppur breve, per noi è pesantissimo. Si pensava che fosse finalmente risolto già dallo scorso anno, invece per noi i viaggi della speranza continuano incessanti. Purtroppo – commentano – a peggiorare le cose si è aggiunta la pandemia che ha complicato tutto. Il motivo della chiusura è che pare non ci sia più il personale addetto per farlo funzionare». Eppure sono stati spesi tanti soldi per mettere in regola il Centro e poterlo riaprire. Fondi, tra l’altro, raccolti da un’associazione di giovani del paese e grazie alla generosità dei dorgalesi che numerosi, hanno risposto all’iniziativa.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *