I mali della sanità sul tavolo della Commissione regionale salute – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. La trasferta cagliaritana di una delegazione di sindaci servirà a far risuonare nell’aula di via Roma l’elenco (lunghissimo) dei mali che affliggono la sanità nuorese. Servirà inoltre a chiedere un impegno concreto ai vertici regionali per risollevare le sorti dei servizi sanitari.

Cornice dell’intervento degli amministratori comunali, la seduta della sesta commissione del Consiglio regionale convocata dal presidente Domenico Gallus per questa mattina. Inizialmente la convocazione era destinata ad appena quattro sindaci, ma la platea è stata ampliata ad una decina di partecipanti dopo la richiesta del vice presidente dell’organismo consiliare, Daniele Cocco.

Con la presidente della conferenza sociosanitaria territoriale del nuorese, la sindaca di Birori Silvia Cadeddu, non potrà mancare la voce del primo cittadino di Nuoro che preannuncia le richieste della sua amministrazione. «La rotta – dice Andrea Soddu – deve essere assolutamente invertita. Non è pensabile che si proceda di questo passo sul fronte del personale. Occorre invece che si proceda con le assunzioni degli specialisti che mancano all’appello al San Francesco. Riproporrò anche la questione dei mancati concorsi per i primari del presidio e dei deficit delle altre strutture». Soddu riporta l’attenzione anche sulle problematiche che riguardano la sanità territoriale. «Servono medici di famiglia e pediatri. Serve – incalza – tornare ad un livello accettabile dell’assistenza sanitaria».

Tra le criticità che verranno portate all’attenzione della commissione e dell’assessore regionale alla Sanità, Mario Nieddu, anche quelle che riguardano l’ ospedale di Sorgono, di recente al centro di manifestazioni e dure prese di posizione dei sindacati. Che lamentano il mancato rispetto dei livelli essenziali di assistenza per mancanza di medici a fronte dell’acquisto di nuovi arredi che, se si continua di questo passo, rimarranno inutilizzati. «Non possiamo continuare ad accettare il progressivo smantellamento di un polo sanitario che – conclude l’amministratore comunale – sino a poco tempo fa rappresentava un fiore all’occhiello nel panorama regionale».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *