Gli occhi della Regione sul caso San Francesco – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. La sanità nuorese è nel caos, i reparti del San Francesco sono più che mai in affanno per la carenza di medici e i rappresentati istituzionali e politici del territorio hanno preteso un confronto urgente con l’assessore regionale alla Sanità. Tuttavia, ancora non si sa se Mario Nieddu, chiamato in causa sulle sorti dell’ospedale San Francesco da un fronte compatto e bipartisan di consiglieri regionali del nuorese, parteciperà alla conferenza sociosanitaria della Assl convocata dalla presidente, e sindaca di Birori, Silvia Cadeddu o preferirà confrontarsi in commissione Sanità.

Il primo appuntamento è previsto per lunedì mattina nella sala della Provincia alla presenza dei sindaci, dei vertici dell’area sociosanitaria e degli stessi consiglieri regionali che non più tardi di due sere fa, nel bel mezzo della discussione sulla legge 107, hanno chiesto a Nieddu di riferire in aula sull’imminente chiusura di Emodinamica al San Francesco. Il secondo, invece, è stato fissato dal presidente dell’organismo consiliare, Domenico Gallus, per martedì alle 9.30 a Cagliari e verte, tra le altre cose, su una discussione generale riguardante lo stato della sanità in Sardegna.

«È chiaro – ha detto il presidente Gallus – che nel confronto con l’assessore Nieddu non si potrà non parlare di ciò che sta accadendo all’ospedale di Nuoro». Intanto, nel pomeriggio di ieri si è tenuto l’incontro organizzato dalla consigliera comunale Lisetta Bidoni. Anche in questo frangente la discussione ha riguardato l’emergenza sanità e ha avuto come interlocutori i consiglieri regionali Pierluigi Saiu, Elena Fancello, Roberto Deriu e Daniele Cocco che, in collegamento, hanno affrontato il caso del San Francesco, in particolare dell’imminente chiusura della sala di Emodinamica e delle criticità del reparto di Cardiologia.(g.f.)

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *