Girasole, disservizi Poste Italiane. Lettera del sindaco Congiu: “Pronti ad azioni civili e penali” – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

Da tempo si registrano disservizi nell’Ufficio di Poste Italiane nel Comune di Girasole.

Il sindaco Gianluca Congiu, a tal proposito, ha scritto una lettera denunciando la situazione di disagio della popolazione. Questa è stata  indirizzata:  al direttore di Poste Italiane di Nuoro dr. Andrea Madeddu,
alla Dir. Regionale Sardegna P.I., al prefetto di Nuoro dr. Luca Rotondi prefetto di Nuoro,
all’assessore regionale degli Enti Locali On. Quirico Sanna e all’ANCI Sardegna presidente Emiliano Deiana.

Si legge nella missiva: “Con la presente io sottoscritto Gianluca Congiu Sindaco pro tempore del Comune di Girasole mi faccio portavoce delle numerose segnalazioni che mi giungono dai miei concittadini insoddisfatti e scontenti del servizio offerto, ormai da diversi anni, dal locale ufficio postale di Via Garibaldi 5.

Vengo da una famiglia di dipendenti di Poste Italiane e ci tengo dunque particolarmente a che le Poste svolgano il loro servizio in maniera adeguata ed efficiente.

Il Comune da me amministrato è, come pochi in Ogliastra, in costante crescita demografica e l’ufficio postale rappresenta da sempre un importante servizio che, devo dirlo a malincuore, nonostante la crescita demografica, a Girasole è andato sempre più a perdere importanza.

Mentre infatti prima attirava utenti, soprattutto d’estate, anche dai paesi vicini, oggi in tanti da Girasole stessa preferiscono andare nei comuni limitrofi a Tortolì e Lotzorai.
Da ormai quasi un anno, inoltre a causa dell’emergenza sanitaria l’Ufficio Postale di Girasole, come pochi altri in Ogliastra, risulta aperto esclusivamente nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì. L’apertura a giorni alterni ha causato ovviamente un’ ulteriore riduzione degli standard qualitativi dei servizi postali ed un incremento esponenziale dei tempi di attesa allo sportello gestito da un singolo operatore così come sono aumentati i disagi per gli utenti, soprattutto anziani e invalidi.

In particolare, durante le tre giornate di apertura settimanale si formano lunghe code e pericolosi assembramenti di difficile gestione per quanto riguarda il mantenimento del distanziamento interpersonale, richiesto dalla normativa anti Covid, e dell’ordine pubblico all’esterno del piccolo ufficio, anche per l’assenza di dispositivi idonei alla regolamentazione degli accessi degli utenti.

Ad oggi comunque, nonostante le precedenti comunicazioni scritte e le diverse segnalazioni telefoniche, il Comune di Girasole non ha ottenuto alcun rimedio concreto da parte dei dirigenti delle Poste Italiane spa o dai responsabili dello sportello P.T. locale. e le precedenti segnalazioni inviate dall’Amministrazione comunale con la segnalazione dei disservizi e la richiesta reiterata di attivazione di uno sportello automatico ATM Postamat non hanno avuto alcun riscontro e che io sappia non è stato effettuato nessun sopralluogo.

Il servizio postale, ribadisco, come già fatto anche da altri colleghi che amministrano piccoli comuni, rientra tra i servizi essenziali che devono essere garantiti ai cittadini nell’unico presidio di Poste Italiane e di servizi bancari e finanziari esistente nel territorio comunale di Girasole.
Nel periodo dell’emergenza sanitaria in atto, si è constatata tra l’altro una disparità di trattamento rispetto ad altri uffici postali di altri comuni che versano in condizioni demografiche e strutturali simili a quelle del nostro Comune.
Tutto ciò premesso e considerato anche in qualità di autorità sanitaria locale preposta alla tutela della salute dei cittadini chiedo alla società Poste Italiane Spa, in persona del Direttore generale e del Direttore provinciale il ripristino immediato dell’apertura dell’unico presidio postale e finanziario del territorio comunale per tutti i giorni lavorativi della settimana e la risoluzione definitiva di tutte le criticità evidenziate con l’attivazione in tempi ragionevoli di uno sportello automatico ATM del circuito Postamat operazione che, tra l’altro, risulterebbe già presa in carico.

In mancanza di riscontro a breve termine e stante l’emergenza sanitaria in atto l’Amministrazione comunale di Girasole sarà costretta ad adire le autorità civili e penali per la tutela e la salvaguardia dei diritti dei propri cittadini.

Con l’auspicio di ottenere, dopo lunga attesa, una risoluzione definitiva alle problematiche in atto porgiamo distinti saluti”.

L’articolo Girasole, disservizi Poste Italiane. Lettera del sindaco Congiu: “Pronti ad azioni civili e penali” proviene da ogliastra.vistanet.it.

Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *