Furto di tabacchi: il giudice assolve i tre imputati – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. Assolti per non aver commesso il fatto. Si è conclusa davanti al giudice Giacomo Ferrando, la vicenda giudiziaria per Giovanni Gungui di Oliena, Antonio Deiana di Mamoiada, e Gianluca Carboni di Siniscola, accusati di essere gli autori di un furto commesso in un bar di Siniscola il 25 ottobre di 9 anni fa. Per i tre imputati, difesi dagli avvocati Gianluigi Mastio e Gianluca Sannio, il pm aveva chiesto la condanna a 8 mesi e il pagamento di 400 euro di multa. Secondo l’accusa in concorso tra loro, i tre si erano introdotti all’interno del bar “Cocktail Cafè”, si erano impossessati di un quantitativo di tabacchi, per un valore di 1500 euro, e della somma di circa 70 euro in monete. Gli inquirenti erano arrivati agli imputati attraverso l’ascolto di alcune intercettazioni disposte nell’ambito di un’inchiesta per due rapine in banca. E proprio in merito al contenuto di quei dialoghi, i difensori hanno ritenuto che le intercettazioni fossero inutilizzabili. In particolare l’avvocato Mastio ha sollevato una questione sostenendo il divieto di utilizzazione delle intercettazioni in procedimenti diversi da quelli per i quali le stesse erano state autorizzate, salvo risultassero indispensabili per l’accertamento di delitti per i quali era obbligatorio l’arresto in flagranza. (k.s.)

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.