Filt-Cgil chiede chiarezza sul futuro dei traghetti – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

ARBATAX. Le avverse condizioni meteomarine (con fortissima tramontana e mare molto agitato), lunedì sera non hanno consentito che la nave Grimaldi da Cagliari per Arbatax e Civitavecchia mollasse gli ormeggi dallo scalo del capoluogo. Così è saltato l’attracco previsto ad Arbatax, per imbarcare passeggeri e mezzi, all’una della notte fra lunedì e martedì, con partenza un’ora più tardi per lo scalo laziale. Quanti avevano già fatto il biglietto sono stati avvertiti nel primo pomeriggio di lunedì con un messaggino. Ieri sera non si sapeva ancora se la nave Grimaldi che da Civitavecchia avrebbe dovuto raggiungere alle 5 del mattino odierne Arbatax per poi proseguire per Cagliari sarebbe partita.

Tutto questo a due mesi e mezzo dal termine della concessione temporanea, su questa tratta, alla Grimaldi. «L’avvicinarsi della data entro la quale dovrebbe essere affidato il nuovo bando di gara – dice il segretario della Filt-Cgil Sardegna Arnaldo Boeddu – deve essere colta come una opportunità nel chiedere certezza su tariffe, frequenze, tipologia di naviglio ma anche per sperimentare una tratta diretta da Arbatax verso Civitavecchia con una frequenza bisettimanale». Per il numero uno della Filt-Cgil isolana non si può dimenticare quanto accaduto lo scorso anno quando, in piena stagione estiva, il sud est della Sardegna ha rischiato di restare completamente isolato nei collegamenti via mare.

«Per questa ragione – prosegue Boeddu – auspichiamo che la tratta Civitavecchia-Arbatax-Cagliari, che dovrebbe essere assegnata a seguito di gara a inizio aprile, non vada deserta. Questo infatti sarebbe una vera iattura, poiché si ripresenterebbe in tutta la sua drammaticità quando già vissuto lo scorso anno. Occorre dare una continuità territoriale marittima che venga incontro e soddisfi le esigenze della popolazione, delle imprese e dei turisti».

Il segretario regionale della Filt-Cgil sottolinea che il comparto marittimo-portuale è importantissimo per un’isola come la Sardegna: «Ed è un asset strategico per il territorio ogliastrino, che deve cogliere l’opportunità dei fondi a disposizione del Pnrr per rilanciare una attività imprenditoriale per troppi anni lasciata a se stessa senza che si potesse fare un minimo di programmazione». Arnaldo Boeddu conclude precisando che la creazione di nuovi posti di lavoro nel comparto marittimo portuale «può essere agevolata ed incentivata non solo con il recente ingresso del porto di Arbatax nell’Autorità di sistema del mare di Sardegna ma anche e con la costituzione delle Zes (Zone economiche speciali) per tutti i porti dell’isola».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.