Estorsione e spaccio di droga: orgolese condannato a 6 anni – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

ORGOSOLO. È stato condannato a sei anni di reclusione Salvatore Sulas, l’orgolese di 32 anni, accusato di detenzione e spaccio di droga, estorsione aggravata e tentata estorsione. Il pubblico ministero Andrea Ghironi aveva chiesto una condanna a 5 anni e sei mesi. Ieri dopo la discussione del difensore Graziano Piredda, il gup Giovanni Angelicchio ha emesso sentenza: sei mesi in più rispetto alle richieste dell’accusa. Secondo il pm, l’imputato da aprile 2016 e fino a dicembre 2017, aveva tenuto e poi ceduto illecitamente 40 grammi di marijuana, con l’aggravante di essersi avvalso di un minore. E sempre insieme ad un altro ragazzo di età inferiore ai 18 anni, con minacce avevano costretto un ragazzo a cedere 250 euro per il pagamento di parte del credito derivante dalla cessione di sostanza stupefacente. Se non avesse saldato il debito maturato lo gli avrebbero bruciato la casa.

In un’altra occasione, stando alla ricostruzione fatta dagli investigatori, Salvatore Sulas aveva minacciato un altro presunto debitore che se non avesse saldato il debito gli avrebbe fatto perdere l’impiego, rivelando al suo datore di lavoro che faceva uso di droga. Inoltre, lo aveva minacciato di morte. Latitante dal 2018, sull’orgolese pendeva un mandato di arresto per l’esecuzione di una misura cautelare in carcere per diversi reati. Era stato arrestato dai carabinieri nel novembre 2020 e attualmente è detenuto. (k.s.)

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *