Elisabetta Canalis contro il politicamente corretto: “Un’ondata di follia” – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

Elisabetta Canalis lancia uno sfogo contro il politicamente corretto.

La show-girl sarda ha pubblicato una riflessione su Instagram che sta facendo molto discutere.

Ecco cosa ha scritto:

«Penso che la direzione che stiamo prendendo è quella del dovere esprimere un pensiero a senso unico, censurando e censurandoci per il terrore di essere bollati come misogini, omofobi o razzisti. L’Italia è un Paese libero e così dovrebbe rimanere. L’Europa non deve omologarsi alle follie del politically correct che si vedono sempre più spesso altrove, anche perché a livello di diritti umani e di umanità in generale abbiamo tanto da insegnare a molte nazioni. Togliere la libertà di una battuta, cancellare la storia perché certi simboli non possono appartenere al presente, invece che spiegare attraverso la storia stessa perché e per come ci siamo evoluti, è come crearsi una visione del mondo basata su Google ed ascoltare chi urla più forte. Vivo in un Paese dove questo fenomeno sta arrivando all’estremo, spero che la nostra vecchia Europa, con le sue radici e la sua storia, riesca a salvarsi da questa ondata di follia in arrivo. Forse la differenza la farà chi di noi ragionerà con la propria testa senza farsi intimorire dai “buonisti” e dai “cattivisti” che amano mettere alla gogna chi osa avere un’opinione. Scusate ma a volte è difficile rimanere indifferenti, preferisco avere una conversazione civile, ascoltare ed essere ascoltata piuttosto che seguire il gregge».

L’articolo Elisabetta Canalis contro il politicamente corretto: “Un’ondata di follia” proviene da ogliastra.vistanet.it.

Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *