Elias Lapia vince il Premio Bettinardi – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

SINISCOLA. Elias Lapia porta a casa un altro importante traguardo. Dopo il premio “Massimo Urbani” nel 2019 e la pubblicazione del suo album di debutto (“The acid sound”) l’anno scorso, il giovane sassofonista siniscolese ha conquistato il primo premio nel concorso nazionale “Chicco Bettinardi” dedicato ai nuovi talenti del jazz e abbinato alla 17ª edizione del Piacenza Jazz Fest. In lizza per la sezione “solisti”, Elias Lapia è salito sul primo gradino del podio insieme ad un altro sassofonista: Vittorio Cuculo. Premio ex aequo, dunque.

«Eravamo gli unici in gara nella sezione – afferma Elias – ed è stato bello condividere con Vittorio questo premio visto che con lui ci siamo ritrovati assieme in tantissime situazioni». Ma il premio è stato un successo anche per gli organizzatori che nei giorni precedenti, parlavano di preziosa «occasione di scambio e di confronto tanto più in questo momento in cui mancano i live».

Pensiero condiviso da Lapia: «Dopo mesi di inattività dai palchi ho avuto la possibilità di suonare con una ritmica in carne ed ossa, su un palco come se fosse un vero e proprio concerto, e di poter fare musica con swing, con energia. E quindi è stata una bellissima esperienza».

Nelle parole dell’artista «la situazione è disastrosa, i musicisti stanno attraversando un periodo di difficoltà senza precedenti. Ma la voglia di ripartire è grande e questo è stato anche un periodo di grande studio. Quando si ricomincerà il livello sarà decisamente più alto». Il percorso musicale di Elias Lapia nasce da lontano: comincia lo studio del sax all’età di 11 anni prendendo dapprima lezioni con insegnanti locali, poi alla scuola civica di Olbia. Inizia lo studio jazzistico nel 2009 frequentando i seminari estivi di Nuoro Jazz sino al 2013 sotto la guida di Tino Tracanna e Massimo Carboni. Collabora con artisti del calibro di Darrel Green, Riccardo Del Fra, Enzo Zirilli, Alessandro Di Liberto, Nicola Muresu, Antonio Ciacca, Mariano Tedde, Massimo Russino, Vittorio Sicbaldi, Emanuele Cisi, Francesco Lento e altri.

Con “The Acid sound”, Lapia debutta con un album brillante e moderno in cui l’hard bop si sposa alla perfezione con un jazz espressivo che spesso lascia spazio alla melodia. Otto le tracce che sono state pubblicate dalla Emme record label.

Con lui hanno suonano i musicisti Mariano Tedde al piano, Salvatore Maltana al contrabbasso e Massimo Russino alla batteria.

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *