Dorgali, screening a scuola 900 alunni tutti negativi – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

DORGALI. Le scuole di Dorgali e Cala Gonone con circa 900 alunni, possono andare avanti lavorando in presenza e in sicurezza. Dallo screening di massa effettuato lo scorso fine settimana, secondo quanto dichiarato dalla sindaca in un post pubblicato nelle pagine Facebook del sito istituzionale del Comune di Dorgali, non sarebbe risultata nessuna positività all’interno dell’istituto comprensivo, smentendo, quindi, chi con insistenza, parlava di oltre un centinaio di contagi. Un’ottima notizia che dà il via libera alla scuola per lavorare in presenza, continuando a rispettare le norme anti Covid. Intanto si è ancora in attesa dei risultati dei test molecolari fatti l’ultimo giorno della campagna voluta dalla Regione.

«In questo momento – ha scritto sui social Maria Itria Fancello – nel comune di Dorgali ci sono 7 casi positivi accertati, di cui 6 derivanti dallo screening dello scorso fine settimana e confermati dal molecolare. La gran parte dei positivi rilevati dall’antigenico sono risultati, fortunatamente, negativi al molecolare. Non sono ancora arrivati i dati relativi agli ultimi sierologici fatti domenica – la sindaca – quindi questi dati potrebbero salire leggermente nei prossimi giorni, ma la situazione è decisamente migliore di quella che poteva sembrare inizialmente. Un dato che ci tengo a sottolineare – ha aggiunto – è che nonostante i numerosi tamponi eseguiti sui ragazzi delle scuole medie e delle classi quinte della primaria, e sul personale della scuola, non è stata rilevata nessuna positività all’interno dell’istituto comprensivo. Segnale che la scuola può lavorare in presenza in sicurezza. Questo dato incoraggiante – ha proseguito Fancello – non deve però farci abbassare la guardia. Continuiamo a rispettare tutte le prescrizioni di igiene necessarie per ridurre i contagi: laviamo o igienizziamo spesso le mani (sicuramente ogni volta che cambiamo ambiente: casa, uffici, negozi). Evitiamo di toccare naso, occhi e bocca. Indossiamo sempre la mascherina al chiuso, e anche all’aperto, se non è possibile mantenere la distanza di sicurezza. Riduciamo al minimo le occasioni di contatto fisico con le altre persone. Evitiamo riunioni conviviali e tuteliamo al massimo gli anziani e le persone con patologie pregresse».

Questi primi segnali di miglioramento fanno ben sperare anche in vista dell’arrivo della bella stagione.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *