Dopo le 7 bandiere blu i fondi per il salvamento – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

TORTOLÌ. Sette Bandiere blu ottenute da altrettante spiagge di Tortolì-Arbatax e fondi dalla Regione per il servizio di salvamento a mare: il sindaco Massimo Cannas e il suo esecutivo, in primis l’assessore all’Ambiente, Walter Cattari, fanno il punto.

«Il Comune, nei giorni scorsi – ha spiegato il primo cittadino – ha ottenuto un finanziamento regionale di circa 18mila 300 euro (che chiaramente non basteranno ndc) per il servizio di salvamento a mare per questa stagione balneare. Fondi necessari a garantire la sicurezza nelle nostre spiagge per i residenti e i turisti, indispensabile per l’avvio della stagione e condizione necessaria per l’ottenimento delle Bandiere blu. Da parte dell’amministrazione un ringraziamento alla Regione, e in particolare all’assessore con delega alla Protezione civile, Gianni Lampis».

Il primo cittadino ricorda che per il settimo anno consecutivo Tortolì conferma la Bandiera blu, il prestigioso vessillo della Fee (Foundation for environmental education, ossia Fondazione per l’educazione ambientale) che certifica l’assoluta qualità dell’ambiente, dei servizi e la gestione sostenibile del territorio.

«E quest’anno – rimarca Canans – c’è una bella sorpresa con le new entry San Gemiliano e Basaura che vedranno per la prima volta sventolare la Bandiera blu in questa stagione turistica. Confermate ancora una volta il lido di Orrì(I e II spiaggia) Cea, Foxi Lioni, Il Golfetto, la Capannina e Porto Frailis». Per il sindaco e l’intera maggioranza un bellissimo e importante riconoscimento e di buon auspicio per l’imminente ripartenza della stagione estiva.

«Inoltre – viene sottolineato – quest’anno si aggiungono le spiagge di Basaura e San Gemiliano, un obiettivo fortemente voluto dalla nostra amministrazione comunale grazie alla collaborazione dell’Ufficio ambiente: da tempo auspicavamo l’inserimento anche di queste due perle tra le spiagge Bandiera blu». Soddisfazione anche dall’assessore all’Ambiente, Walter Cattari per questo importante risultato «che vede il nostro Comune primo per numero di Bandiere blu in tutta la Sardegna». Cattari ricorda che la Bandiera blu «è un eco-label assegnato alle località turistiche balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio».

Le sette spiagge tortoliesi sono state dunque premiate seguendo i criteri imperativi della Fee: «Eccellente qualità delle acque, educazione e informazione ambientale, gestione ambientale, raccolta differenziata, aree pedonali, spazi verdi e dotazione di servizi nelle spiagge. Sono questi i criteri “green” che anche quest’anno il Comune ha rispettato.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *