Diabetici sardi scrivono a Nieddu: “30% dei morti Covid ha il diabete. Accelerare subito vaccinazioni” – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

I diabetici sardi, nella veste della Federazione Rete Sarda Diabete, hanno scritto una lettera indirizzata all’assessore regionale della Sanità Mario Nieddu per chiedere subito un’accelerata delle vaccinazioni dei cittadini sardi diabetici.

Una patologia con incidenza altissima nell’Isola e che è correlata a un alto tasso di mortalità nei pazienti affetti da Covid-19. Tre morti su 10 per Covid-19 sono persone con diabete.

«Con la presente nota il sottoscritto Dott. Riccardo Trentin, in qualità di Presidente della Federazione Rete Sarda Diabete vuole portare, ancora una volta, alla Vostra attenzione alcune delle più rilevanti criticità infelicemente in continuo aumento nel territorio regionale.

La collaborazione sottesa al principio di sussidiarietà ed al principio di responsabilità partecipata, richiamati dall’art. 118 Cost, per noi è essenziale al fine di trovare soluzioni ai bisogni di cura dei pazienti.

Certi della Vs sensibilità, segnaliamo a codesto Assessorato l’ennesima problematica evidenziata dai pazienti con diabete in Sardegna in merito alle vaccinazioni anti covid19. Siamo sconcertati nel dover ribadire quanto grave sia la gestione delle vaccinazioni da parte della Regione Sardegna nonostante l’alta incidenza di diabete in Sardegna.

Visto il piano nazionale del ministero della salute approvato con decreto 12.03.2021, indicante l’ordine di priorità vaccinale, nonché l’ordinanza n. 6/2021 della Presidenza del consiglio dei ministri – Commissario Straordinario, secondo le quali le persone con elevata fragilità devono essere vaccinare prioritariamente, non avendo avuto risposte dai centri di diabetologia afferenti alla ASSL Sassari, ASSL di Nuoro, ASSL di Sanluri, ASSL di Oristano, ASSL di Cagliari. Chiediamo quale sia la modalità con la quale l’Assessorato alla Salute della Regione Sardegna stia
effettuando la convocazione delle persone con elevata fragilità che hanno il diabete, in quanto informati che nella ASSL di Olbia e nell’ASSL di Lanusei, secondo quanto indicato dalla G.U. n. 72 del 24/03/2021, che riguarda i pazienti con Diabete Tipo1, Diabete Tipo2 con almeno 2 farmaci in terapia e/o una complicanza legata alla malattia, sono stati già convocati e/o vaccinati. Ed anche nella ASSL 7 Carbonia Iglesias a seguito di accordi presi con l’ equipe delle vaccinazioni dell’ ASSL di Carbonia-Iglesias i pazienti diabetici ” fragili” si possono prenotare al CUP con delle giornate dedicate, presentando un foglio di richiesta rilasciato dal Servizio di Diabetologia o dal proprio
medico curante.

Da quanto riferito nella stampa laica sembrerebbe che i pazienti del AOU Brotzu verranno vaccinati nei rispettivi centri di diabetologia, ma ad oggi il numero dei vaccinati ci risulta ancora esiguo sembrerebbe 12 alla settimana. Considerando inoltre e prendendo atto dell’elevato tasso di mortalità delle persone con diabete a causa della MALATTIA da COVID 19 (tre morti su dieci sono diabetici), richiediamo cordialmente un tempestivo intervento al fine di accelerare la distribuzione e somministrazione dei vaccini alle suddetta categorie a rischio.

Chiediamo quindi che vengano rispettate le priorità riportate nella G.U. n. 72 del 24/03/2021, nell’aspetto che riguarda i pazienti con Diabete Tipo1, Diabete Tipo2 con almeno 2 farmaci in terapia e/o una complicanza legata alla malattia».

L’articolo Diabetici sardi scrivono a Nieddu: “30% dei morti Covid ha il diabete. Accelerare subito vaccinazioni” proviene da ogliastra.vistanet.it.

Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *