Deriu (PD): “In altre Regioni vaccinazioni a soggetti fragili, la Sardegna cosa aspetta?” – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

In alcune regioni italiane sta per essere estesa la vaccinazione anti Covid anche ai soggetti cosiddetti “fragili”. Dopo gli operatori sanitari, socio sanitari, personale ed ospiti dei presidi residenziali per anziani, anziani over 80, è previsto che il vaccino venga somministrato alle persone considerate estremamente vulnerabili in caso di contagio, come quelle affette da particolari patologie.

«A questo punto, cosa aspetta la Sardegna ad attivare un percorso di vaccinazione anti Covid anche per questi soggetti?». Lo chiede, in un’interrogazione presentata alla Regione, il consigliere del Partito Democratico Roberto Deriu, che sottolinea come «Per le categorie di cittadini estremamente vulnerabili il vaccino sia fondamentale. Una tempestiva somministrazione metterebbe in sicurezza quelle persone che hanno un rischio particolarmente elevato di sviluppare forme gravi o letali di Covid-19».

Per questo motivo, il consigliere dem interroga l’assessore regionale alla sanità per sapere «Quale sia lo stato delle vaccinazioni dei soggetti afferenti alla fase 1, quali siano i tempi previsti dalle strutture competenti per la vaccinazione dei soggetti vulnerabili e se siano già stati vaccinati, con valutazioni basate su criteri oggettivi, dei soggetti esclusi dall’ordine di priorità indicata dal Ministero della Salute”. “Mi auguro – conclude Deriu – di ricevere presto risposte concrete, perché ogni eventuale ritardo sulle vaccinazioni, espone i soggetti più fragili ad elevati rischi di contrarre il virus, con le conseguenze, anche letali, che ciò comporta».

L’articolo Deriu (PD): “In altre Regioni vaccinazioni a soggetti fragili, la Sardegna cosa aspetta?” proviene da ogliastra.vistanet.it.

Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *