Cortes nel segno di Grazia La città omaggia il Nobel – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

NUORO. Dopo un anno di assenza causato dall’emergenza pandemica, torna l’appuntamento cittadino di Autunno in Barbagia. Si terrà il prossimo 20 e 21 novembre, sotto il nome di “Sas cortes de Grassia” in omaggio al 150esimo anniversario della nascita della scrittrice premio Nobel Grazia Deledda. L’amministrazione comunale, in testa l’assessorato alle Attività produttive, ha già reso noto il disciplinare da seguire per poter partecipare alla manifestazione con all’interno anche tutte le novità legate a percorsi e norme straordinarie legate all’emergenza sanitaria ancora in corso. Tante le novità di quest’anno a partire dalla data: «Per questione di organizzazione abbiamo deciso di slittare l’evento di un fine settimana rispetto al passato – spiega l’assessora comunale alle Attività produttive Eleonora Angheleddu –. Un’operazione che abbiamo ritenuto necessaria nel pieno rispetto delle norme di contrasto al Covid che impongono spazi più ampi all’aria aperta e meno assembramenti».

A questo proposito, il corso Garibaldi e la via Lamarmora entreranno a pieno titolo nel percorso: «Una scelta – prosegue l’assessora – che nasce dal fatto che la via Lamarmora è già chiusa al traffico per la festività della madonna delle Grazie garantendo uno spazio più ampio e quindi più sicuro dal punto di vista sanitario. Non solo, essendo questa manifestazione un vero e proprio simbolo di ripartenza, abbiamo pensato di coinvolgere le attività produttive del centro cittadino, molte delle quali sono proprio al corso e in via Lamarmora». Per quest’anno niente punti ristoro tra le viuzze di Santu Predu: «I produttori del settore agroalimentare e le associazioni, regolarmente iscritte all’albo comunale, che all’interno della propria sede organizzeranno eventi collaterali – afferma Eleonora Angheleddu – potranno effettuare la somministrazione solamente negli spazi da noi individuati in piazza Vittorio Emanuele e in piazza Su Connottu senza doversi preoccupare di pagare il suolo pubblico. Sarà come essere in delle vere e proprie fiere enogastronomiche alle quali potranno aderire tutti gli attori interessati che abbiano i requisiti sanitari e le dovute autorizzazioni alla somministrazione. In base alla quantità di domande ci riserveremo di individuare anche altri punti nel centro cittadino. Anche questa scelta si è resa necessaria dal dover annullare qualsiasi tipo di assembramento, cosa impossibile da fare nelle viuzze del centro storico».

La dedica alla scrittrice premio Nobel Grazia Deledda: «Rappresenta un’altra occasione per commemorare la nostra concittadina più illustre – spiega l’assessora – infatti tutti gli espositori sono invitati a dare il proprio contributo seguendo questo tema. A tal proposito intendiamo valorizzare ancora di più cultura, artigianato e produzioni locali puntando più sulla qualità che sulla quantità».

Riconfermati eventi come la Caccia la Nobel e il Cojubiu nugoresu: «Sono già partiti gli incontri con le associazioni di categoria, le istituzioni ed imprese culturali. Entro la prossima settimana – conclude l’assessora Eleonora Angheleddu – vogliamo incontrare anche le associazioni folkloristiche per stabilire altri appuntamenti del calendario come la rassegna Coros in cresia».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *