Concessioni demaniali, i timori legati al rinnovo – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

TORTOLÌ. L’allarme lanciato dalla Rsu dell’Intermare fabrication yard (Saipem) sul rinnovo della concessione demaniale, ha visto prendere posizione la Cgil confederale e la Fiom Nuoro Ogliastra, il consigliere regionale Salvatore Corrias e il sindaco Massimo Cannas. Mentre Saipem non rilascia dichiarazioni sul tema concessioni, precisando che sono otto le diverse commesse in lavorazione nel sito operativo di Arbatax (un’altra inizierà a ottobre) e che le maestranze, fra interne ed esterne, nella stessa Intermare sono 154. Giacomo Pani, segretario generale Cgil Nuoro Ogliastra, e Margherita Tola, segretaria Fiom Cgil Sardegna Centrale, esprimono «grande preoccupazione sulle notizie riguardanti le incertezze del rinnovo della concessione demaniale per Saipem per l’area in cui sorge il cantiere operativo ad Arbatax; riteniamo utile attraverso il coinvolgimento delle altre sigle sindacali, per dare voce a una timore per il futuro che investe i lavoratori metalmeccanici e non solo, un approfondimento sulle motivazioni per le quali ancora non è definito il rinnovo, considerando che le concessioni sono già state rinnovate a tutti gli altri richiedenti». Per i due sindacalisti Cgil si tratta «di una forte preoccupazione che se si dovesse concretizzare vedrebbero circa 500 lavoratrici e lavoratori perdere l’occupazione, condizione che loro, le famiglie e il territorio, già provati da anni di crisi, non potrebbero reggere. Le ricadute sociali e occupazionali nel territorio, considerando il fatto che parliamo di nuclei familiari molto spesso monoreddito, sarebbero devastanti». Un altro aspetto non secondario per la Cgil, sono le professionalità costruite negli anni «da noi fortemente volute nel territorio, viste le potenzialità del sito, che si perderebbero senza avere una adeguata ricollocazione». Tola e Pani ricordano che con l’arrivo di nuove commesse e lavorazioni «certe fino al 2023,con un aumento considerevole delle maestranze e le ricadute positive sul territorio, crediamo che questa realtà abbia un grande il valore a livello territoriale e provinciale In questi anni in cui la nostra organizzazione insieme alle altre sigle sindacali hanno più volte sostenuto la necessità di rilanciare la yard rendendola un punto centrale nelle produzioni di Saipem come lo era in passato».

Il consigliere regionale Salvatore Corrias, ricorda che le rappresentanze sindacali che operano nel sito hanno manifestato forte preoccupazione. «Durante un incontro con la Saipem sarebbero infatti emerse difficoltà sul rinnovo della concessione pluriennale degli spazi nel porto di Arbatax». Ricorda che il cantiere è divenuto un polo di eccellenza a livello mondiale «peraltro, ben integrato nel contesto locale, con un impatto positivo sul territorio non solo in termini di crescita economica ma anche di formazione di nuove professionalità». Corrias rimarca: «Per questo chiediamo all’assessore regionale Sanna di volere al più presto procedere con i rinnovi e rassicurarci perché uno scenario senza Intermare non è pensabile per la nostra Ogliastra».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *