Bosa contagi Covid in calo verso l’apertura dell’Hub – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

BOSA. Ormai a poche ore dal ritorno in zona gialla, dopo lunghe settimane di restrizioni per cittadini e imprese, anche la città del Temo si prepara ad assaporare giorni di maggiore libertà di movimento. In un clima sempre più rassicurante, visto che i numeri dei contagi appaiono nettamente in discesa, si legge in una nota firmata dal primo cittadino Piero Franco Casula. Con l’amministrazione che punta ad aprire al più presto il centro territoriale per le vaccinazioni. Quattordici i contagiati a Bosa, riferisce il sindaco Piero Franco Casula, anche se purtroppo la città del Temo piange la scomparsa, nelle scorse ore, di un’altra persona a causa delle conseguenze del virus.

«Il ritorno in zona gialla da lunedì, con la riapertura di molte attività, non dev’essere interpretato come un liberi tutti. Se vogliamo riappropriarci delle nostre libertà e tornare alla normalità dobbiamo assumere comportamenti responsabili e rispettosi delle regole» è l’ennesimo appello alla massima prudenza lanciato dal sindaco. I numeri dei contagi in calo fanno però ben sperare, mentre ci si organizza per le ulteriori vaccinazioni alla popolazione, dopo quelle a ultraottantenni e soggetti deboli delle scorse settimane. Dopo il nulla osta dell’Ats procede infatti l’iter per l’apertura del cosiddetto “hub” per la somministrazione dei vaccini. Che sarà allestito nell’area della ex scuola media numero 2 tra viale Alghero e via Gramsci, con appoggio logistico gli stabili delle due palestre. Nei giorni scorsi c’è stato un sopralluogo e i responsabili Assl hanno dato le indicazioni necessarie per ottenere l’accreditamento dalla Regione.

Nei giorni scorsi è stato effettuato un sopralluogo e predisposta l’organizzazione degli spazi necessari ad ospitare quanti dovranno essere vaccinati, mentre «Da lunedì mattina gli operai del Comune provvederanno ad arredare gli ambienti» assicura il sindaco. Sempre il 17 maggio è in programma un incontro, alla presenza del responsabile del distretto sanitario, con i medici di base di Bosa e della Planargia, ma saranno coinvolti anche i medici in pensione, utile anche a programmare l’organizzazione del centro per i vaccini al servizio dell’intera Planargia. C’è infatti da capire quanti aderiranno, così da programmare il calendario. Sabato 22 e domenica 23 maggio, poi, si svolgerà a Bosa la campagna “Sardi e sicuri,” promossa dalla Regione per uno screening della popolazione attraverso l’uso di tamponi rapidi, rivolto agli studenti ed al personale della scuola come ai cittadini che non sono stati ancora immunizzati.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *