Bitti, nuova sede Coldiretti «Segnale per il territorio» – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

BITTI. La Coldiretti inaugura il nuovo ufficio di zona a Bitti, comune simbolo della ripartenza dopo l’alluvione che il 28 novembre scorso ha provocato la morte di tre persone e danni gravissimi alle case e alle attività economiche del paese. Il mondo delle campagne però dà un bel segnale: «Una ripartenza per l’agricoltura e per una comunità laboriosa» ha detto al taglio del nastro, il presidente regionale di Coldiretti Battista Cualbu.

E non è un caso che la Coldiretti Nuoro-Ogliastra abbia scelto Bitti, che oltre che il Covid, ha dovuto fronteggiare un evento calamitoso drammatico, ma che con determinazione si sta sapendo rialzare con la forza tipica del mondo agropastorale.

Bitti infatti rappresenta un simbolo e un esempio, anche per rappresentatività delle aziende agricole e degli allevmenti, tra le più numerose in percentuale nell’isola. Nel territorio di Bitti si producono otto milioni di litri di latte, come ha ricordato il presidente provicniale di Coldiretti Leonardo Salis.

Aver aperto il nuovo ufficio di zona si traduce anche in una crescita importante per la Federazione nuorese che conta su 101 Comuni (tra Nuoro e Ogliastra fino al Sarcidano), 11 uffici zonali, 6300 soci e 68 dipendenti, il 58 per cento in più rispetto a 5 anni fa, quando erano 43, a testimonianza della crescita dei servizi a disposizione dei soci e maggiore presenza capillare nel territorio.

L’ufficio di Bitti, che comprende anche i Comuni di Orune, Osidda, Lula e Onanì, è il cuore di questa Federazione, sia nei numeri con oltre 520 soci che nella qualità dei servizi offerti.

A Bitti si è suggellata anche una collaborazione con il Banco di Sardegna, visto che la nuova sede si trova nella struttura della banca, al primo piano in via Deffenu, a pochi metri dalla precedente: «Un sodalizio nato con diversi servizi che gestiamo insieme e adesso anche con le sedi, in alcuni casi, reciprocamente vicine che ci portano ad essere integrati con i sistemi economici del territorio», ha detto il direttore regionale della Coldiretti Luca Saba.

A fare gli onori di casa c’erano il presidente di sezione Dino Burrai, insieme ai presidenti provinciale Leonardo Salis e regionale, Battista Cualbu, i direttori provinciale Alessandro Serra e regionale, Luca Saba. Con loro, il presidente del Banco di Sardegna Antonello Arru e il direttore Giuseppe Cuccurese, il sindaco di Bitti Giuseppe Ciccolini, il responsabile ecclesiastico provinciale della Coldiretti don Totoni Cossu, oltre al consiglio provinciale della Coldiretti.

«Fa piacere inaugurare una nuova sede in questo momento e con un settore vitale per questa comunità – ha detto il sindaco –. L’allevamento e agricoltura qui hanno un’alta incidenza tra numero imprese e cittadini e gli altri settori, tra i più alti in Sardegna». «Torniamo con piacere in una comunità alla quale siamo legati – hanno detto il presidente e il direttore del Banco di Sardegna – inauguriamo un palazzo di servizi che crea aggregazione».

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *