Benefici comunali alle imprese: venti ammesse, 12 restano fuori

  • di

SINDIA. Sono venti le imprese operanti a Sindia ammesse a beneficiare del bonus stanziato dal Comune per sostenere le attività economiche locali costrette a chiudere i battenti nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020, in coincidenza del lockdown generale deciso dal governo Conte per fronteggiare la diffusione del Coronavirus. I titolari di imprese individuali e le società esercenti attività d’impresa beneficiarie del bonus operano tutte nei settori dell’artigianato, del commercio e dei servizi, e potranno ricevere fino ad un massimo di 1500 euro lordi, 500 dei quali in termini di quota fissa e 1000 euro di quota variabile utilizzabile per ristorare gli oneri e i costi d’impresa derivanti dalla gestione sede e più in generale dell’attività. Altre dodici imprese, che avevano presentato analoga richiesta, sono state provvisoriamente escluse dalla possibilità di accedere al contributo per il mancato rispetto dei parametri selettivi individuati nel bando predisposto dagli uffici del servizio amministrativo del Comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *