Area ex Artiglieria: comincia il futuro [Guarda le Offerte della Pescheria]

  • di

NUORO. Il Comune mette a sistema l’area tra l’ex Artiglieria, lo stadio, la stazione ferroviaria e l’ospedale Zonchello. Uno spazio di 28 ettari per il quale ieri il Consiglio ha approvato il Pua, piano urbanistico attuativo. Il consenso è stato unanime. Insieme alla maggioranza, via libera anche da Pd e Forza Italia. Mentre non erano presenti i consiglieri della Lega, del Psd’Az e Progetto Nuoro 20-25. Il Pua è stato disegnato all’interno delle linee guida del Puc, il piano urbanistico comunale. Dalla deliberazione di ieri, scattano 60 giorni nei quali sia i cittadini privati, sia la commissione urbanistica potranno presentare delle osservazioni. Si tratta della base per una serie di nuove opere e servizi, che avranno sede per lo più nei sei settari dell’ex Artiglieria. Il campus universitario, prima di tutto, con gli alloggi per gli studenti fuorisede. Poi, insieme, un polo con laboratori per la ricerca, delle aree verdi sperimentali didattiche, gli impianti sportivi, gli edifici sanitari. Dentro anche uffici e attività commerciali. Sul piano attuativo e sul senso degli interventi previsti, le parole del vice-sindaco (e assessore dell’Urbanistica), Fabrizio Beccu: «Oggi inizia a prendere forma l’intuizione avuta dal sindaco Carlo Forteleoni, nel 1997, di dotare la città di un campus universitario. Idea che è stata portata avanti dalle precedenti amministrazioni – ha aggiunto Beccu – e per la quale la nostra, a partire dal 2015, ha intercettato ingenti finanziamenti». Oltre il piano attuativo, che ne disciplinerà l’esecuzione, la ristrutturazione urbanistica dell’area tra via Mannironi, la piazza della stazione e viale Sardegna, costituisce uno dei pezzi più importanti del piano delle periferie, che può contare su 29 milioni di quota pubblica. La fetta che ricade nello spazio del Pua ne detiene 13 milioni. Sull’importanza della deliberazione si è soffermato anche il sindaco, Soddu: «La nostra visione oggi inizia a concretizzarsi. Tra i punti fondamentali dell’azione amministrativa – ha rimarcato Soddu – c’è sempre stata la realizzazione a Nuoro di una vera comunità universitaria. Cosa sino a oggi non consentita per via di una dislocazione delle sedi troppo dispersiva». Università che avrà aule e laboratori nei locali dell’ex mulino Gallisay. Tra le considerazioni positive sul Pua, anche quella del consigliere di Forza Italia, Angelo Arcadu: «Un progetto importante, che potrà offrire nuovi servizi e posti di lavoro». (f.p.)

[Guarda le Offerte della Pescheria]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *