Accadde oggi: 9 febbraio 2005, Gigi Riva ritira la maglia numero 11 allo stadio Sant’Elia [Guarda le Offerte della Pescheria]

  • di

Il 9 febbraio 2005 fu una notte magica per tutti i tifosi del Cagliari, ma non solo. Faceva ancora freddo, ma in migliaia affollarono il Sant’Elia non tanto per l’amichevole tra l’Italia di Marcello Lippi e la Russia, ma per assistere alla cerimonia di consegna della maglia numero 11 rossoblù a Gigi Riva.

Una decisione fortemente voluta dall’allora presidente del Cagliari, Massimo Cellino e che fu accolta con grande entusiasmo da tutti. Compreso il difensore Rocco Sabato, l’ultimo giocatore ad averla indossata. Ma quel numero non poteva che appartenere esclusivamente a lui, che ha riscattato non solo una città, ma un’intera isola e non solo calcisticamente.

Poco prima del fischio d’inizio dell’amichevole, un Riva commosso, circondato da alcuni dei suoi ex compagni di squadra tra cui Nenè, ritirò la maglia dalle mani di Sabato. Da quel momento, nessuno più ha indossato il numero 11. La mattina di quello stesso giorno, inoltre, Gigi ricevette la cittadinanza onoraria da parte del Comune di Cagliari. Lui che del capoluogo sardo ha fatto la sua seconda casa, mettendo radici stabili tanto da sentirsi ormai un cagliaritano doc. Gianni Brera, che coniò l’appellativo di ‘Rombo di tuono’, disse di lui: «Ha la struttura fisica dell’eroe. Il giocatore chiamato Rombo di tuono è stato rapito in cielo, come tocca agli eroi».

L’articolo Accadde oggi: 9 febbraio 2005, Gigi Riva ritira la maglia numero 11 allo stadio Sant’Elia proviene da ogliastra.vistanet.it.

[Guarda le Offerte della Pescheria]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *