Accadde Oggi: 23 marzo 1992, la 17enne Floriana Bifulco viene rapita a Oristano – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

È il 23 marzo del 1992 quando Floriana Bifulco, 17enne oristanese figlia di commercianti, sta rientrando a casa in motorino dopo gli allenamenti di pallavolo.

All’improvviso, in un viottolo, viene bloccata. Un paio di uomini la legano e la imbavagliano per poi infilarla nel cofano dell’auto. Un altro prende il motorino. La portano a dieci chilometri, in un casolare abbandonato che si affaccia su un pozzo. È lì che la tengono, senza darle da mangiare né da bere. Un sequestro partito male – ma bene per Floriana – fin dall’inizio.

La mamma della ragazza riferisce presto di aver visto fuori da casa una sospetta Peugeot blu metallizzato, con un fianco ammaccato. Questo indizio e la segnalazione di un testimone estraneo ai fatti ma ben informato chiudono il cerchio.

Giovanni Mocci, con alle spalle una carriera di furti e rapine, e Giovanni Baralla, dinamitardo, vengono fermati.

Intanto Enrico Musu aspetta nel nascondiglio. Quando capisce che qualcosa non va, molla l’ostaggio e tenta la fuga. Viene arrestato subito.

Passano ancora sette ore prima che Floriana si liberi e fugga da quel posto da incubo, terrorizzata e affamata ma illesa. Un pastore la vede, la porta fino al suo casale. Floriana chiama i genitori, è pronta per tornare a casa dopo una quarantina di ore di terrore.

Racconta di essere stata trattata bene. I rapitori, dice, volevano tre miliardi almeno.

Musu confessa presto. Per lei, non c’era nessuna buona sorte in progetto: dopo il pagamento del riscatto, la bella pallavolista avrebbe trovato la morte.

L’articolo Accadde Oggi: 23 marzo 1992, la 17enne Floriana Bifulco viene rapita a Oristano proviene da ogliastra.vistanet.it.

Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *