Accadde oggi. 11 gennaio 1996: Giuseppe Di Matteo ucciso dai suoi rapitori. Il suo corpo fu sciolto nell’acido

  • di

L’11 gennaio del 1996 Giuseppe Di Matteo, figlio del collaboratore di giustizia, pentito ed ex mafioso, Santino Di Matteo fu ucciso dai suoi rapitori.

Giuseppe Di Matteo fu rapito il pomeriggio del 23 novembre 1993, a soli 13 anni, in un maneggio di Piana degli Albanesi, in provincia di Palermo, da un gruppo di mafiosi che agivano su ordine di Giovanni Brusca nel tentativo di far tacere suo padre Santino Di Matteo, collaboratore di giustizia ed ex-mafioso.

Il suo omicidio, avvenuto a San Giuseppe Jato esattamente 25 anni fa, ebbe grande risalto su tutti i mezzi di comunicazione italiani anche per il cruento occultamento del cadavere, che non fu mai trovato, poiché disciolto in una vasca di acido nitrico.

L’articolo Accadde oggi. 11 gennaio 1996: Giuseppe Di Matteo ucciso dai suoi rapitori. Il suo corpo fu sciolto nell’acido proviene da ogliastra.vistanet.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *