A Ottana una task force a caccia di nuovi bandi – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

OTTANA. La partecipazione ai bandi europei e nazionali, sia statali che regionali, rappresenta per i Comuni e, in generale, per gli enti locali, l’occasione principale per usufruire di finanziamenti e risorse da destinare alla realizzazione di opere pubbliche o al potenziamento dei servizi essenziali. Spesso, però, le strutture comunali, per mancanza di personale o per deficienze organizzative specifiche, non sono in grado di venire a conoscenza dei bandi stessi o di recepirne i contenuti in tempo utile. Così capita che spesso i bandi rimangano sulla carta per mancanza di partecipazione seppure involontaria. Proprio per evitare questa possibilità negativa, ma soprattutto per consentire alla struttura organizzativa interna di mettersi in moto per non perdere alcuna occasione che possa consentire di usufruire di risorse utili alla crescita del paese, il Comune di Ottana ha deciso, con una delibera della giunta comunale, di attrezzarsi «per facilitare la partecipazione delle strutture del Comune ai bandi di selezione per progetti da finanziare con risorse europee, nazionali (statali e regionali)».

Il tutto con l’obiettivo di «promuovere il migliore utilizzo delle risorse finanziarie nazionali e comunitarie disponibili per il perseguimento degli obiettivi di sviluppo del territorio e di massimizzare la capacità di accesso alle risorse comunitarie e nazionali».

Per ottenere questi risultati, la giunta municipale presieduta dal sindaco, Franco Saba, ha deciso di mettere a punto un rinnovato sistema volto a facilitare l’accesso dell’amministrazione comunale alle risorse pubbliche assegnate tramite procedure di selezione di progetti definite a livello comunitario, nazionale, regionale e locale. Il cardine di questo sistema sarà l’istituzione di un gruppo di lavoro, coordinato dal sindaco, che si avvarrà di una struttura tecnica esterna, da contrattualizzare secondo le procedure di legge. Una sorta di task-force permanente, insomma, che, in sinergia operativa con i tecnici e i funzionari del Comune, si occuperà di monitorare tutte le attività e le procedure finalizzate all’acquisizione e al corretto utilizzo dei fondi europei, nazionali e regionali e di definire proposte progettuali nelle varie tematiche prioritarie individuate per partecipare a bandi.

«Il tutto – spiega il sindaco Saba – per non trovarci impreparati e cogliere così qualsiasi opportunità di finanziamento per lo sviluppo del nostro territorio».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *