A 18 anni Luca Marrone è il campione di filosofia – Pescheria di via Tirso – Tortolì

  • di

MACOMER. Luca Marrone, studente all’ultimo anno del Liceo “Galileo Galilei” di Macomer (indirizzo di Scienze applicate) è il vincitore regionale delle Olimpiadi di filosofia. «Sono felice e ancora un po’ incredulo – ammette –. Quando, pochi giorni fa, mi è stata comunicata la notizia ho stentato a crederci. Gli elaborati in gara erano tutti meritevoli e, davvero, non pensavo di farcela». E invece, Luca, è riuscito nell’impresa. «Ho scommesso su di lui fin dall’inizio. Ero certa che potesse essere il candidato giusto per la competizione – racconta l’insegnante Manola Ruiu, referente del progetto, –, già negli anni scorsi il nostro istituto aveva partecipato al concorso, con buoni risultati. Questa volta, però, i ragazzi si sono superati».

La classifica, sezione elaborati in italiano, ha premiato anche Giacomo Fadda della 5^A Scientifico. Per lui 14esimo posto. I suoi compagni di classe Michele Spissu e Rachele Tanchis hanno invece ottenuto la quarta e l’ottava posizione presentando due lavori in lingua inglese. «Sono orgogliosa di questi giovani – sottolinea la dirigente, Gavina Cappai –. Parliamo di traguardi importanti che, come ribadito in occasioni precedenti, assumono un valore ancora più rilevante visto il momento storico che stiamo vivendo». La 18esima edizione delle Olimpiadi di filosofia, patrocinata dal Ministero della Pubblica istruzione, ha visto in gara studenti da tutta Italia.

I vincitori di ogni regione si sfideranno nella finale in programma l’ultima settimana di aprile. «O il 28, in versione telematica, o in presenza, a Roma, il 27, 28 e 29 – spiega Manola Ruiu –. Le due ipotesi sono ancora al vaglio». Qualsiasi modalità verrà scelta, l’appuntamento è di quelli importanti. «Avverto il peso del compito che mi aspetta – dice Luca –, cercherò di rappresentare la mia terra al meglio. Comunque vada, sarò contento». Come già accaduto, anche la selezione nazionale prevede che i candidati si cimentino su quattro tracce a scelta, in lingua madre o straniera, tra filosofia politica, etica, teoretica ed estetica. «La quarta opzione mi appassiona maggiormente. Credo sarà la mia favorita – confessa lo studente –, adoro l’arte e il pensiero dell’esistenzialismo. Tutto ciò che ha a che fare con la natura dell’essere umano, sia individuale sia collettiva, suscita in me curiosità». Una curiosità coltivata nel triennio grazie agli insegnamenti del suo docente, Salvatore Manchinu. «Lui e la professoressa Manola Ruiu hanno creduto nelle mie possibilità più di quanto non ci credessi io. Alle Olimpiadi farò di tutto per non deluderli».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

– Guarda le Offerte della Pescheria di via Tirso – Tortolì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *